#IceBuckeChalleng. È stato il tormentone di un'estate mai arrivata (almeno in Italia) e come tutti i tormentoni ha richiamato elogi, critiche e polemiche. Beh, io credo sia stata una delle più grandi azioni di comunicazione di quest'anno (un motivo nobile, un messaggio chiaro, una call to action alla portata di tutti), un'operazione che se fosse nata da un qualche pubblicitario l'avremmo vista al Festival di Cannes. Come tutte le attività virali di carattere globale, non si sa con precisione quando e perché sia nata né da chi, ma prendiamo buona la versione che sia nata...